LA VERA STORIA DI LINUX

Tra i sistemi operativi che tutti conosciamo, c’è sicuramente Linux, tuttavia prima di cominciare a vedere la sua storia c’è bisogno di un’importante precisazione.
Infatti, Linux è soltanto il nome del kernel e non del sistema operativo completo, ne rappresenta cioè solo il nucleo. In altre parole è il software con il compito di fornire ai programmi in esecuzione sull’elaboratore un accesso sicuro e controllato all’hardware.
Oggi Linux è il kernel che completa il sistema GNU quindi, se vogliamo riferirci al sistema operativo, il nome più appropriato sarebbe GNU/Linux.
Linux è stato ideato e creato da Linus Torvalds nell’agosto 1991, quando era un giovane studente finlandese appassionato di programmazione che, spinto dalla curiosità e dalla voglia di divertirsi sperimentando, ha cercato di creare un sistema operativo compatibile con le architetture informatiche diffuse in quel periodo.
Originariamente Linux era solo un emulatore di terminale che per funzionare necessitava di Minix, un sistema operativo derivato da Unix che era utilizzato nell’Università di Torvalds.
Per le prime versioni del kernel di Linux era necessario un computer con Minix per configurarlo, compilarlo e installarlo, dato che per funzionare doveva appoggiarsi ad un sistema operativo già completamente funzionante. Dalle versioni successive alla 0.11 invece sono state introdotte nuove funzionalità, che consentivano a Linux di funzionare senza il supporto di Minix.
Man mano che veniva perfezionato il kernel Linux, Torvalds si discostò sempre di più da Minix, anche perché questo poteva essere utilizzato liberamente solo a scopi didattici, finché non lo sostituì definitivamente con il software del progetto GNU, utilizzato tuttora.
Nel 1992 uscì la versione 0.95, la cui caratteristica principale fu l’introduzione dell’interfaccia grafica, tuttavia quest’ultima non era ben integrata con il resto del kernel e ci vollero ben due anni di correttivi prima di arrivare alla prima versione stabile di Linux, cioè la 1.0, che uscì il 12 marzo 1994.
Il kernel Linux è stato ed è alla base di diversi sistemi operativi, detti distribuzioni, differenziate per il parco software messo a disposizione all’utente finale. Spesso però queste distribuzioni sono chiamate con il nome Linux, che come abbiamo visto è solamente il nome del kernel, senza specificare di che tipologia sia il resto del software utilizzato.
Oggi, una delle distribuzioni più famose di Linux è Android, utilizzato largamente per dispositivi mobili.
​Invece, per quanto riguarda server e PC, tra le distribuzioni più utilizzate troviamo Debian, Ubuntu, RedHat, CentOS (solo per citarne alcune), tuttavia Linux è certamente più popolare nel mercato dei server, piuttosto che nel mercato dei PC.

​Da molti anni anche Soluzioni M3 ha scelto di utilizzare Linux per i suoi servizi, in particolar modo per i mail server e per i web server, per i firewall, la sicurezza e non solo, potendosi ormai qualificare come azienda specializzata nel settore.
​Le distribuzioni maggiormente adoperate da M3 sono Debian e CentOS.
​La scelta di servirsi di Linux non è casuale, è infatti supportata da tutta una serie di vantaggi che questo kernel presenta, i quali verranno analizzati nello specifico nel prossimo articolo.